Esposizione
Casa > Esposizione > Contenuto
Quali sono i diversi tipi di cromatografia?
- Mar 29, 2016 -

Quali sono i diversi tipi di cromatografia?


Esistono molti modi diversi di utilizzare la cromatografia. Questi sono alcuni dei più noti:


Cromatografia su carta

Un semplice esperimento di cromatografia su carta che mostra come i blob di inchiostro su carta si separino nei colori dei componenti quando si immerge la carta nell'acqua.

 

Questo è l'esperimento "macchia d'inchiostro sulla carta" che fai spesso a scuola (anche l'effetto che abbiamo descritto all'inizio quando hai le carte bagnate). In genere si mette una macchia d'inchiostro vicino al bordo di una carta da filtro e poi si appende la carta verticalmente con il bordo inferiore (più vicino al punto) immerso in un solvente come alcool o acqua. L'azione capillare fa viaggiare il solvente sulla carta, dove incontra e dissolve l'inchiostro. L'inchiostro disciolto (la fase mobile) percorre lentamente la carta (la fase stazionaria) e si separa in componenti diversi. A volte questi sono colorati; a volte devi colorarli aggiungendo altre sostanze (chiamate sviluppatori o fluidi in via di sviluppo) che ti aiutano con l'identificazione.

 

Cromatografia su colonna


Invece di carta, la fase stazionaria è un vaso di vetro verticale (la colonna) imballato con un solido altamente adsorbente, come cristalli di silice o gel di silice, o un solido rivestito con un liquido. La fase mobile viene pompata ad alta pressione attraverso la colonna e si divide nei suoi componenti, che vengono quindi rimossi e analizzati. Nella cromatografia su colonna liquida, la miscela studiata viene posta a un'estremità della colonna e viene versata una sostanza addizionale in più chiamata un eluente per facilitare il suo passaggio. La cromatografia su film sottile è una variante di questa tecnica in cui la "colonna" è in realtà un film di vetro, plastica o metallo rivestito con uno strato molto sottile di materiale adsorbente

 

Gas cromatografia


Finora abbiamo considerato la cromatografia di liquidi che viaggiavano oltre i solidi, ma una delle tecniche più utilizzate è un tipo di cromatografia su colonna che utilizza i gas come fase mobile. La gascromatografia è un tipo di analisi chimica ampiamente automatizzata che si può fare con un sofisticato apparecchio da laboratorio chiamato, non a caso, una macchina per gascromatografo.

 

Innanzitutto, un minuscolo campione della miscela di sostanze studiate viene posto in una siringa e iniettato nella macchina. I componenti della miscela vengono riscaldati e vaporizzati istantaneamente. Successivamente, aggiungiamo un vettore (l'eluente), che è semplicemente un gas neutro come l'idrogeno o l'elio, progettato per aiutare i gas nel nostro campione a muoversi attraverso la colonna. In questo caso, la colonna è un sottile tubo di vetro o metallo solitamente riempito con un liquido che ha un alto punto di ebollizione (o talvolta un gel o un solido adsorbente). Mentre la miscela viaggia attraverso la colonna, viene adsorbita e si separa nei suoi componenti. Ogni componente emerge a sua volta dalla fine della colonna e passa oltre un rivelatore elettronico (a volte uno spettrometro di massa), che lo identifica e stampa un picco su un grafico. Il grafico finale ha una serie di picchi che corrispondono a tutte le sostanze nella miscela. La gascromatografia è talvolta denominata cromatografia in fase vapore (VPC) o cromatografia partizionata gas-liquido (GLPC).

 

I migliori saluti,

 

Squadra ALWSCI

Shaoxing ALWSCI Technologies Co., Ltd.

(Cromatografia / materiali di consumo e materiali di consumo)

Un paio di: Lab Indonesia 2016

IL prossimo Articolo: CISILE 2016